Alfredo Durantini

Meloni la rete non perdona

Meloni la rete non perdona – C’era una volta il “Partito” padre e padrone, intriso di ideologia, con strutture piramidali soggette al controllo di apparati (Comitato Centrale, Direzioni Nazionali) e composte di uomini e donne fedeli alla Linea, al Capo, ma soprattutto custodi dell’Idea e, perché no, della coerenza. Poi, dopo tangentopoli, siamo approdati ai …

Meloni la rete non perdona Leggi altro »

Vieni avanti cretino!

Vieni avanti cretino! Con queste parole negli anni ‘30 iniziava l’avanspettacolo dei Fratelli De Rege, stile ripreso da Walter Chiari e Carlo Campanini nel piccolo schermo trent’anni dopo. Il duo si esibiva in dialoghi surreali, grotteschi e comici, da un lato il fratello sveglio e dall’altro quello cretino, regolarmente messo alla berlina per la sua …

Vieni avanti cretino! Leggi altro »

Da MasterChef a MasterServo

Da Masterchef a Masterservo – Parola di Santanché, ministro del turismo del governo Meloni. A Spoleto nel corso di un evento organizzato da Federalberghi, il ministro Santanché ha dichiarato: “Oggi fare il cuoco è bello grazie a Masterchef. Dev’essere così anche per gli altri lavori nei ristoranti”. Ha proseguito domandandosi come risolvere il problema della …

Da MasterChef a MasterServo Leggi altro »

Il 24 Maggio 1938 negli spogliatoi di Vittorio Pozzo

Vittorio Pozzo, commissario tecnico della nazionale italiana – la prima al mondo a realizzare il “triplete” ossia vincere tre competizioni internazionali di fila: mondiale ’34, torneo olimpico ’36 e mondiale ’38 – era solito caricare i giocatori prima delle partite facendo loro cantare negli spogliatoi, e lui con loro, le canzoni patriottiche e, prima fra …

Il 24 Maggio 1938 negli spogliatoi di Vittorio Pozzo Leggi altro »